valcenoTrek.it               Trekking nell'Appennino Parmense e ( poco!) oltre.                   
.Escursioni Val Ceno/Taro
 

IT94

  Anello del Monte Penna da Faggio dei tre Comuni.
    Indice Link
  Gallery Foto
  Dati GPS
  Mappa Percorso

ValcenoTrek su GPSies.com

by

Giorgio Tanzi 2015

Caratteristiche Percorso

 Itinerario   Rifugio Faggio 3 Comuni - Monte Trevine - Monte Penna - P.so dell'Incisa - Sorgenti del Taro - Rifugio Faggio 3 Comuni
 Dislivello   Salita: 500 m   Discesa: 500 m
 Lunghezza   9 Km
 Difficoltà  

EE

 Alcuni tratti richiedono attenzione.
 Segnavia   CAI 871 - CAI 863 - CAI 871/a.
 Durata   3-4 ore circa.
 Altitudine Massima   Monte Penna  1739m
 Cartografia   Carta 1:25.000 Turistico-Escursionistica Camune di Bedonia. Ed. 2010    [ Visualizza porzione della mappa ]

Chiudi Testo descrizione 

Il Monte Penna è la cima più elevata della lunga dorsale di rocce offiolitiche che dal grande massiccio del monte Maggiorasca si spinge verso sud e poi verso ovest elevandosi subito nel M. Tomarlo e giungendo fino al monte Aiona ed oltre.
Situato  a cavallo fra l'Emilia e la Liguria il Monte Penna è senza dubbio la montagna simbolo del settore occidentale dell'Appennino Parmense, per la sua forma inconfondibile, per il suo aspetto roccioso e piramidale e per la bellezza dei luoghi che lo circondano.
L'ascesa alle panoramiche rocce delle Trevine, la salita lungo il versante orientale del Monte Penna e l'attraversamento dei boschi che circondano le sorgenti del Taro, permettono di conoscere ed ammirare i differenti aspetti di una montagna sorprendente e affascinante. Il sentiero attrezzato che risale la dorsale nord-orientale della montagna è attrezzato con corde fisse, le difficoltà sono modeste anche per un normale escursionista, ma si raccomanda comunque di prestare una certa attenzione, mentre con neve o ghiaccio questo tratto può presentare difficoltà alpinistiche.

Il rifugio Faggio dei tre comuni si raggiunge in auto da Bedonia imboccando al strada per Santa Maria del Taro e P.so del Bocco (SP3). Giunti a Pontestrambo si devia in direzione di Alpe. Oltrepassato il paese di Alpe e il Passo della Tabella si incontra il bivio per la caserma vecchia. Subito dopo si devia a sinistra imboccando un breve tratto di sterrata che conduce al rifugio.
Da Faggio dei tre Comuni (1400m, WP01) si imbocca il sentiero CAI 871 (segnaletica presente) che sale verso il Monte Trevine e Penna.
salendo con pendenza costante si aggirano le pendici sud-occidentali delle Trevine, cosparse di enormi massi che interrompono l'andamento di una bella faggeta. Immersi nella vegetazione si guadagna rapidamente quota fino a mettere piede sulle rocce sommitali del Monte Trevine (1663m, WP02, 40').
La piccola sommità è una sorta di piccola terrazza di roccia di roccia da dove si può ammirare lo spettacolare e verticale versante del monte penna.
Seguendo i segnavia si scende dalla cima delle Trevine alla sottostante sella. Poco a valle di questa dorsale, sul versante settentrionale, si trova una fessura fra le rocce detta "caverna del vento freddo", poiché essa in estate presenta al suo interno una temperatura di 15-20 gradi centigradi più bassa rispetto a quella dell'ambiente esterno, emettendo in questo modo un sibilo di aria gelida. Proseguendo nel sentiero si perviene al bivio con il sentiero CAI 831 che sale dal passo del Chiodo, le tabelle segnaletiche del CAI sono state divelte ma è presente un piloncino di legno (1608m, WP03, 20',1h) .
Si seguono i segnavia in salita e si giunge poco dopo alla stretta forcella compresa fra il Penna e il Pennino. Dalla sella ha inizio il sentiero attrezzato che risale il fianco della cresta nord-est della montagna. La catena di acciaio, non sempre indispensabile alla progressione, permette comunque anche agli escursionisti meno esperti di procedere in sicurezza.
Questo tratto di sentiero è comunque da affrontare con attenzione in caso di terreno bagnato ed è sconsigliato in presenza di neve residua o ghiaccio. Raggiunto e superato l'unico breve tratto esposto si mette finalmente piede sulla cima del monte Penna (1738m, WP04, 30',1h 30').
 


Monte Penna: vista sul Pennino e la Nave
 

Dalla cima del monte Penna è un vero e proprio belvedere naturale sul mar Ligure, sulle montagne e i boschi dell'alta Val taro e Ceno. All'orizzonte si possono riconoscere le vicine cime dei monti Ragola, Nero, Maggiorasca, Tomarlo e monte Aiona, le modeste sommità erbose del monte Pelpi e Orocco. Volgendo lo sguardo verso il basso si può ammirare la cima del Pennino e la conca della "Nave del Penna". Nelle varie valli si osservano i nitidi villaggi, ognuno stretto intorno alla propria chiesa, e circondati da estesi terrazzamenti boschivi.
Nelle giornate più limpide la vista si spinge fino al mar Ligure, alle cime della media val Taro e addirittura fino alle Alpi Appuane e al crinale orientale del parmense. La vetta è inoltre caratterizzata dalla presenza di una imponente statua della "Madonna di San Marco" e di una piccola cappella.
Abbandonata la cima il sentieroCAI 871 inizia a scendere verso il passo dell'Incisa su di un ampio e comodo sentiero immerso in una fitta faggeta. Senza difficoltà si attraversa la faggeta fino a raggiungere il Passo dell'Incisa (1484m, WP05, 30', 2h 00').
La sella è un vero e proprio crocevia di sentieri, il nostro percorso prosegue sul sentiero CAI 863 (cartelli presenti), un'ampia mulattiera che si imbocca sulla Sx e si dirige verso il Faggio dei tre Comuni.
Perdendo lentamente quota si raggiunge il bivio con il sentiero che scende verso Monte Quatese e Grondana. Proseguendo il cammino si raggiungono le Sorgenti del Taro (1360m, WP08, 50', 2h 50') in parte reggimentate da alcuni manufatti che deturpano un pò la loro naturalezza. Senza difficoltà si raggiunge dopo 10' bivio con il sentiero CAI 871a (segnaletica presente).
Abbandonata la sterrata si prosegue a Sx sul sentiero che dopo una ripida salita iniziale raggiunge in falsopiano il rifugio Faggio dei tre Comuni (1400m, WP01, 40', 3h 30').

Andrea Greci - Guida ai sentieri dell'Appennino Parmense "Val Taro e val Ceno" - Editore: Gazzetta di Parma  2011
Sandro Bassi - Mario Vianelli - A piedi in Emilia Romagna - Editore: Guide Iter
 

 Chiudi Testo descrizione                            Torna all'Inizio

   

Lista WayPoints con tempi di percorso

Localita Alt.(m) WP Parz. Totale Note
Rifugio faggio 3 Comuni 1400 01 00'

00'

[ Scarica PDF Lista completa WayPoints ]

Monte Trevine 1663 02 40' 40'  
Monte Penna 1739 04 50' 1h 30'  
P.so dell'Incisa 1484 05 30' 2h 00'  
Sorgenti del Taro 1386 08 50' 2h 50'  
Rifugio faggio 3 Comuni 1400 01 40' 3h 30'  
 

PROFILO ALTIMETRICO

 

MAPPA PERCORSO - GPSies.com